Notizie per appassionati di running - Carnosina: caratteristiche e vantaggi per i runners - TRS International calze tecniche da running
TRS internationl
Notizie sull'abbigliamento tecnico
  19/04/2013
Carnosina: i vantaggi per i runners

Molti runners avranno sentito parlare della carnosina e si staranno chiedendo se effettivamente serve e, cosa più importante, se ha effetti negativi.

Cerchiamo di chiarire qualche dubbio!
Da un punto di vista chimico, la carnosina è un dipeptide, ossia è costituito da due aminoacidi: alanina ed istidina che formano la N-ß-alanil-L-istidina.

Questa sostanza ha sia proprietà antiossidanti che tamponanti, riesce cioè a contrastare l’azione dell’acido lattico, che riduce il pH intracellulare.

In natura è presente sia nei muscoli che nel cervello, sia dell’uomo (anche se in quantità minime) che di altri animali, come il cane e il cavallo.
Proprio negli animali si osserva l’importanza dell’effetto tamponante della carnosina: i cavalli purosangue, ad esempio, sono molto potenti nello sforzo fisico e risentono pochissimo degli effetti dell’acido lattico.

Come funziona la carnosina?


Durante uno sforzo anaerobico, i muscoli scheletrici non si ossigenano come dovrebbero, il che causa un accumulo di acido lattico e ioni idrogeno (H+). L’aumento continuo dell’acidità porta, in breve tempo, all’affaticamento muscolare.
La carnosina agisce catturando l’idrogeno contenuto nell’acido lattico e consentendone la riconversione in acido piruvico, per la produzione di nuova energia, tamponando al contempo il pH muscolare.
 
Le proprietà antiossidanti della carnosina

La carnosina aumenta poi la produzione di ATP (il processo detto fosforilazione ossidativa), e attiva un enzima che accelera la produzione di energia e la funzionalità delle miofibrille, la parte contrattile delle fibre muscolari.

Carnosina: quali vantaggi per lo sportivo?

Grazie al suo effetto tampone, la carnosina consente ad un runner o ad uno sportivo prestazioni più lunghe e un recupero migliore.
La funzione antiossidante della carnosina previene il danno tissutale causato dall’allenamento, aiuta il recupero muscolare e permette lo smaltimento dei radicali liberi prodotti durante l’esercizio.

La carnosina, poi, viene anche sintetizzata, permettendo allo sportivo un migliore rifornimento di substrati energetici e plastici a livello dei muscoli scheletrici e una migliore eliminazione dei prodotti tossici di scarto.
Inoltre, la carnosina inibisce l’ossidazione delle LDL, il colesterolo “cattivo”.

Gli integratori sono importanti, ma inizia dall'abbigliamento adatto per la corsa! Scegli calze da corsa traspiranti e che ostacolino la formazione di vesciche. Scopri subito la nostra linea di calze tecniche da running!  

Carnosina: svantaggi

La carnosina ha senz’altro molte qualità importanti per uno sportivo; nonostante questo, è ancora poco diffusa a causa degli elevati costi di produzione e vendita, anche in relazione alle quantità utili da ingerire, che andrebbero dai 400mg ai 5 gr al giorno a seconda delle esigenze e del proprio fisico, prima di una gara.

Importante: prima di assumere qualsiasi integratore, è necessario parlarne con il proprio medico!
 
Carnosina: i vantaggi per i runners
  • calze trekking
  • calze trekking
  • calze trekking